Lezione

5 Asset Classes

Grazie alla continua espansione dell’innovazione, è in grado di fornire un numero sempre crescente di asset negoziabili ai propri clienti. In questo corso, imparerai a conoscere le diverse caratteristiche di ogni asset class presenti nell’offerta di prodotti forex e di CFD.

  1. Coppie valutarie/FX

I mercati valutari, noti anche come mercati forex (FX) sono il luogo dove avviene un costante scambio di valute tra banche e altri operatori di mercato. Il mercato forex è la più grande e più liquida asset class al mondo, con un volume giornaliero di contrattazioni superiore ai $5 bilioni.

Sulla nostra piattaforma puoi fare trading nel forex e con i CFD su un’ampia gamma di coppie valutarie, tra cui tutte le coppie maggiori e le coppie minori. Tutte le valute sono contraddistinte da un codice di tre lettere; il dollaro USA, ad esempio, è indicato come USD. Le valute sono sempre quotate in coppie; la valuta di una coppia valutaria viene infatti sempre messa in relazione ad un’altra valuta. Ad esempio, la coppia GBP/USD rappresenta il valore del dollaro USA rispetto alla sterlina britannica. I mercati del forex, a differenza di altri mercati, sono aperti 24 ore su 24, 5 giorni alla settimana.

Esempio:
Il prezzo dell’EUR/USD era di 1.10165 l’8 gennaio 2018 alle 13:41. In tale momento, per un euro (EUR) si ricevevano $1.10165 (dollari USA). Si riceve sempre il prezzo in valuta secondaria per ogni unità della valuta principale.

Informazioni di trading
Se la Federal Reserve (Fed) vota per modificare i tassi di interesse di riferimento del paese, questo può influenzare il valore del dollaro USA. Quando, per esempio, la Federal Reserve aumenta i tassi dei Federal Funds di norma diminuiscono le pressioni inflazionarie e questo porta ad un apprezzamento del dollaro. La Federal Reserve (Fed) si riunisce ogni mese per discutere dei tassi di interesse di riferimento e della politica monetaria.

  1. CFD su materie prime

Il termine “materie prime” fa riferimento alle risorse naturali “grezze” impiegate per realizzare prodotti lavorati. In questo senso, le materie prime sono risorse che verranno consumate, come ad esempio il petrolio o l’oro. Ogni mercato delle materie prime presenta i propri cicli particolari, determinati dalla domanda e dall’offerta.

Cosa sono i contratti per differenza?
Prima di approfondire il tema delle materie prime e altre asset class di CFD, è importante spiegare cosa sono i CFD. I contratti per differenza (CFD) sono prodotti derivati che consentono al trader di operare sul movimento di prezzo degli asset finanziari sottostanti (come le materie prime).

Un CFD è un accordo che prevede lo scambio della differenza di valore di un asset dal momento di apertura del contratto al momento della chiusura. La cosa importante da tenere a mente è che nel fare trading con un CFD, non si possiede mai l’asset o lo strumento sottostante. Tuttavia, se il mercato si muove a tuo favore generi un profitto, mentre se il mercato si muove contro di te generi una perdita.

Sulle nostre piattaforme puoi fare trading con i CFD sulle materie prime più popolari al mondo. Le più comuni sono l’oro e il petrolio e hanno diversi aspetti importanti in comune: ad un certo punto, la gente ha selezionato pesi e valute specifici di riferimento per la loro negoziazione.

Esempio:
Il petrolio e in particolar modo il petrolio greggio, che viene pompato direttamente dal sottosuolo è standardizzato in barili, ognuno dei quali corrisponde a 159 litri, ed è denominato in USD (dollari USA).

Informazioni di trading
Se una petroliera che trasporta 400.000 litri di petrolio affonda si avrebbe un importante disastro ambientale. Il mare diventerebbe estremamente inquinato e in TV assisteremmo probabilmente ad immagini di animali marini ricoperti di petrolio. Per quanto tragica possa essere una tale notizia per la natura, il mercato finanziario la elabora. Da un punto di vista obiettivo, questa quantità di petrolio dispersa nell’oceano è andata, e questo comporta che vi è un calo dell’offerta di petrolio. Un’offerta limitata può portare ad un aumento del petrolio, creando un’opportunità di trading per gli investitori CFD.

  1. CFD su indici

Un indice rappresenta sempre un particolare mercato e misura la performance generale di prezzo di un gruppo di azioni, di norma di un certo paese. Gli indici vengono spesso utilizzati per seguire e metter e a confronto la performance dei mercati azionari.
Questo naturalmente implica che la performance di ogni indice risente dell’andamento del prezzo delle azioni che compongono tale indice. Un indice viene definito e calcolato in modo indipendente, alle volte da una banca o da un fornitore specializzato in indici, come il gruppo FTSE. La scelta di aziende da includere in un indice viene determinata da regole di calcolo o da un comitato. Tuttavia, non tutti gli indici usano le stesse regole.
Per indice di riferimento si intende l’indice più comunemente usato per valutare l’andamento di un certo mercato. Sulle piattaforme di trading di hai la possibilità di fare trading sul tuo mercato preferito grazie agli indici. Alcuni degli indici di riferimento disponibili sono:

  • Il Dow – il Dow Jones Industrial Average, l’indice di borsa originale, è stato creato da Charles Dow nel 1884. Tale indice segue il prezzo delle 30 più grandi aziende quotate al New York Stock Exchange – NYSE.
  • Standard & Poor’s 500 (S&P 500) – questo è l’indice di riferimento per valutare l’andamento del mercato azionario statunitense. L’indice replica il prezzo delle 500 più grandi aziende quotate al New York Stock Exchange e al NASDAQ.
  • FTSE 100 – lanciato nel 1984, il FTSE replica i prezzi delle aziende a maggiore capitalizzazione di mercato quotate alla Borsa di Londra.
  • Euro Stoxx 50 – questo indice è stato creato con l’intento di monitorare i prezzi delle 50 maggiori aziende dei paesi dell’area euro.
  • DAX – fondato nel 1988, il DAX segue le azioni delle 30 più grandi aziende quotate alla Borsa di Francoforte.

Cosa muove gli indici?
Gli indici tendono ad essere influenzati da movimenti di mercato più ampi che possono influenzare anche il prezzo di molte aziende. Esempi in tal senso sono incertezze politiche, statistiche relative all’inflazione a livello nazionale, dati sulla disoccupazione o variazioni dei tassi di interesse.

Esempio:
A very popular index among customers is the German stock index, commonly known as the DAX. It contains the 30 largest companies in Germany. If the U.S. imposes new tariffs on German goods, these companies will inevitably suffer the consequences, causing the DAX to plummet on the news.

Informazioni di trading
Molte aziende tedesche sono aziende di esportazione, ovverosia generano i profitti principalmente al di fuori del paese. Un euro debole si traduce in migliori tassi di cambio su beni venduti all’estero. In questo modo le vendite aumentano, così come i profitti, portando ad un aumento del valore totale dell’azienda. In generale, quanto più l’euro si indebolisce, tanto più si prevede che il DAX cresca.

  1. CFD azionari

Il prezzo di un’azione rispecchia il valore di un investimento in un’azienda. Questo viene determinato dividendo il valore totale dell’azienda per il numero totale di azioni emesse. L’oscillazione sul mercato viene determinata principalmente dalla domanda e dall’offerta. I dati societari avranno anche un’influenza significativa sul valore delle azioni.
È importante tenere a mente che quando si apre una posizione con CFD su un’azione, non si acquista il titolo sottostante, ma si stipula un contratto con il broker per il regolamento della differenza di valore tra il prezzo iniziale e il prezzo finale di un’azione. Con i CFD puoi vendere azioni con la stessa semplicità con cui le acquisti, per approfittare dei movimenti di prezzo anche in presenza di mercati ribassisti.

Esempio:
Ammettiamo che il titolo di Coca Cola sia scambiato ad un prezzo di €36.195 e che The Coca-Cola Company abbia emesso 4.39 miliardi di azioni. Questo è quindi il numero massimo di azioni disponibili all’acquisto. Se un’azione vale €36.195, il valore totale di The Coca-Cola Company sarà di €158.9 miliardi.

Informazioni di trading
Apple presenta i nuovi prodotti ad inizio settembre. Il titolo Apple tende ad essere volatile nel giorno dell’annuncio e nei giorni successivi. I clienti elaborano le prime impressioni e si formano un’opinione circa i nuovi prodotti. Un evento sensazionale è quindi molto probabile che spinga le azioni di AAPL al rialzo. Viceversa, un annuncio deludente farà calare la domanda di prodotto e potrebbe spingere il titolo AAPL al ribasso.

  1. CFD su criptovalute

Una criptovaluta è una valuta digitale o virtuale pensata come mezzo di scambio. Le criptovalute operano in modo indipendente da banche e governi, ma è comunque possibile scambiarle, o nel nostro caso speculare su di esse, proprio come qualsiasi valuta fisica. Le valute digitali utilizzano la crittografia per proteggere e verificare le transazioni, così come per controllare la creazione di nuove unità.

ti consente di speculare sul valore di diverse criptovalute di riferimento senza possederle tramite il trading di CFD. I CFD su coppie di criptovalute vengono negoziati in modo non molto dissimile a quello delle normali coppie forex, ovverosia presentano una valuta di base e una valuta secondaria. Con puoi fare trading su tutte le principali criptovalute come Ripple, NEO, Dashcoin, OmiseGO, Zcash, EOS, IOTA, Monero, Bitcoin Cash, Bitcoin, Ethereum e Litecoin contro diverse valute a corso forzoso come l’EUR e l’USD.

Esempio:
Ammettiamo che tu voglia investire in Bitcoin in quanto ritieni che il prezzo stia per aumentare. Andrai quindi a valutare l’andamento di BTC rispetto all’EUR o all’USD. Se l’euro sta registrando una buona performance nel giorno preso in esame, questo potrebbe significare che l’aumento di bitcoin magari non sarà così significativo, proprio in ragione della forza dell’euro. Ammettiamo quindi che decidi di scegliere di operare sulla coppia BTCUSD, in quanto ritieni che bitcoin possa andare meglio nei confronti dell’USD. Se BTCUSD dovesse avanzare, genererai un profitto, mentre se BTCUSD dovesse calare, andrai incontro ad una perdita.

Informazioni di trading
Il clamore mediatico può portare ad un aumento del prezzo di una criptovaluta, mentre notizie negative possono causare un effetto contrario. Ad esempio, notizie che portano gli utenti di bitcoin a preoccuparsi, come violazioni della sicurezza della blockchain o soldi rubati dai wallet bitcoin possono portare ad un calo dei prezzi di BTC, in quanto gli investitori perdono fiducia nella criptovaluta. Viceversa, quando i governi adottano Bitcoin o indicano che la criptovaluta può essere regolamentata, i prezzi di BTC tendono ad avanzare.